venerdì 29 novembre 2019

La mostra "Bacon, Freud, la scuola di Londra" al Chiostro del Bramante

Dal 26 settembre fino al 23 febbraio 2020, lo spazio artistico Chiostro del Bramante ospita una mostra di dipinti "Bacon, Freud, la scuola di Londra". La mostra presenta i lavori di artisti che hanno vissuto a Londra nella seconda metà del secolo scorso.

Paula Rego, The Dance, 1988, TATE
Non tutti gli artisti sono inglesi nel senso stretto della parola. Ma Londra ha influenzato in modo innegabile ciascuno di loro e ciascuno di loro, a loro volta, diede un innegabile contributo all'arte contemporanea inglese e del mondo in generale. Le opere di Francis Bacon, Lucian Freud (nipote di Sigmund Freud), Paula Rego, Michael Andrews, Leon Kossof e Frank Auerbach, create tra il 1945 e il 2004, sono arrivate direttamente dal Tate Museum di Londra.

L'oscurità malinconica di dodici piccole sale, l'illuminazione speciale e un'audioguida avvincente fanno immergere fin dai primi passi nell'atmosfera meditabonda della mostra. Il racconto interessante dell'audioguida accompagna da una stanza all'altra, raccontando con emozione degli artisti, delle loro vite private e delle loro opere d’arte, portando il visitatore lungo le strade di Londra del dopoguerra e poi nei club di Londra degli anni ottanta.

Il labirinto della mostra trascina in un mondo cupo, ma seducente di sfondi neri nei ritratti di Bacon, nella loro frantumante abnormità, minacciosa e fredda; richiama la nudità spiacevole, ma attraente delle tele di Freud; incanta con la danza di Paula Rego, il quadro che assomiglia a una fiaba narrativa, e fa immergere nella trance del ritmo monotono del cortometraggio "La verità nuda", realizzato dal regista Enrico Maria Artale appositamente per la mostra.

Al termine del percorso segnato dall'audioguida, vale la pane di fare un altro giro della mostra. E se durante questo secondo giro viene voglia di uscire, è normale. Il mondo delle immagini di Rainy London contrasta nettamente, anzi, fin troppo con i colori caldi e l'umore spensierato della Città Eterna. Fuori sarà ancora più piacevole ripensare alla mostra e ai quadri appena visti. Magari camminando per le strade del centro oppure chiacchierando con degli amici per l'aperitivo con un bicchiere di bollicine.

Chiostro del Bramante
Mostra "Bacon, Freud, la scuola di Londra"
fino al 23 febbraio 2020
via della Pace

Testo - Alisa Polygalova

0 commenti::

Posta un commento