mercoledì 16 maggio 2018

Palazzo Merulana, un nuovissimo spazio culturale a Roma

A Roma è stato appena inaugurato un nuovo spazio per la cultura e l'arte - Palazzo Merulana Fondazione Elena e Claudio Cerasi in collaborazione con CoopCulture.



Al suo interno ci sono le bellissime opere della collezione della Fondazione Cerasi, una straordinaria raccolta dedicata sopratutto alla Scuola Romana degli Anni Venti e all'arte italiana tra le due guerre, ma anche all'arte contemporanea, che si combina perfettamente all'edificio costruito nel 1929 e all'intero del quartiere Esquilino. 





Nato come Ufficio di Igiene, l'edificio in stile umbertino era stato bombardato durante la seconda guerra mondiale e parzialmente abbattuto negli anni 60 e poi lasciato in rovina. Ora, grazie a questo nuovo progetto, torna a splendere.





Sarà non solo un luogo espositivo, ma anche uno spazio multifunzionale per la produzione di eventi culturali, a disposizione della città, aperto alle idee e alle proposte artistiche e culturali come spettacoli, letture, mostre temporanee, cinema, eventi enogastronomici, presentazioni di libri, incontri con autori e scrittori, con artigiani ed artisti. L'idea è mettere insieme e far partecipare i cittadini, le loro associazioni, le comunità dell'Esquilino, uno dei quartieri più multietnici e più controversi della capitale, valorizzando un'operazione di recupero e "ricucitura urbana".






Deve diventare un luogo accogliente e familiare, un vero salotto tra opere d'arte distribuito su 4 piani, con una bellissima terrazza ombreggiata dai platani di via Merulana, dalla quale si intravede la Basilica di San Giovani in Laterano ed altre cupole e tetti della città.





A piano terra c'è un bookshop con cataloghi e pubblicazioni d'arte, oggetti di design e produzioni di artigiani del quartiere, e CafèCulture, un punto di ristoro in mezzo alle opere e nel giardino dove sicuramente farà piacere incontrarsi per prendere un caffè o un aperitivo con gli amici o leggendo un libro, ma anche fare colazione o pranzare.





Tutto il progetto è stato realizzato grazie all'interessamento della famiglia di costruttori e collezionisti Cerasi che ha deciso di intraprendere un percorso di recupero e di valorizzazione del palazzo per farne la dimora della propria collezione d'arte.


Con le sue cento e più opere tra i dipinti e sculture la collezione di Claudio e Elena Cerasi è una delle principali raccolte private nate in Italia negli ultimi 30 anni. Tutto ebbe l'inizio nel 1985, con l'acquisto di un capolavoro di Antonio Donghi, Piccoli saltimbanchi. Guidati da un gusto personale e da una crescente passione, Elena e Claudio avevano orientato le loro scelte verso il contesto romano, nelle sue varie espressioni. Si è formato così il nucleo principale della raccolta, comprendente capolavori di Capogrossi, Raphaël, Mafai, Scipione, Donghi, Trombadori, Ferrazzi, Pirandello, Cavalli, Ziveri, Fazzini, Leoncillo insieme a vere e proprie scoperte.





Molto presto a questo nucleo iniziano ad affiancarsi opere che si aprono su altri scenari ed estendono l'interesse a tutta l'arte italiana del primo Novecento, da Balla, Sironi, Campigli fino a Severini, Martini, Casorati, Cambellotti e Giorgio de Chirico. Nel suo insieme la collezione rappresenta nel modo migliore la ricchezza e la vitalità della ricerca artistica italiana nel secolo scorso. In questa prospettiva acquistano significato anche opere più recenti, come quelle di Stefano di Stasio, Luigi Ontani, Paola Gandolfi, Aurelio Bulzatti e altri ancora.


Fotografie - Antonio De Paolis

Palazzo Merulana
Via Merulana, 121
tel 06 39967800
pagina Facebook
chiuso martedì

0 commenti::

Posta un commento