sabato 24 febbraio 2018

Una visita privata al Palazzo Patrizi

Tutti coloro che sono stati a Roma hanno sicuramente visitato la Chiesa di San Luigi dei Francesi che si trova a metà strada tra il Pantheon e piazza Navona dove nella Cappella Contarelli ci sono racchiusi tre capolavori assoluti di Caravaggio: il Martirio di San Matteo, San Matteo e l'angelo e la Vocazione di San Matteo. E proprio davanti a questa chiesa si trova il Palazzo Patrizi - una delle più antiche e più belle dimore storiche di Roma. Ho avuto il piacere di visitarla qualche giorno fa su invito della famiglia Patrizi per ammirare proprio la parte del palazzo dove dal 1642 abitava questa nobile famiglia, una delle più importanti a Roma.


Il palazzo sorge sul luogo in cui originariamente si trovava una modesta casa, acquistata nel 1596 da Giovanni Francesco Aldobrandini. Nel 1611 donna Olimpia Aldobrandini fece modificare il fabbricato realizzando l'attuale facciata forse secondo un progetto preliminare di Giacomo della Porta, poi reso esecutivo da Carlo Maderno. Nel 1642 il palazzo passò ai Marchesi Patrizi, di origine senese, ma imparentati con molte famiglie romane. Due membri della famiglia, Costanzo e Giovanni Battista Patrizi, sono stati tesorieri del Papa e mecenati appassionati di arte. È a loro che si deve la maggior parte dei dipinti della collezione di famiglia che una volta comprendeva anche i capolavori come Amore e Psiche di Orazio Gentileschi (ora all'Hermitage di San Pietroburgo) e la Cena ad Emmaus di Caravaggio (ora al Museo di Brera a Milano). 







Da qualche tempo la famiglia Patrizi organizza delle visite private su richiesta in questa parte del Palazzo guidate dal proprietario il Marchese Corso Patrizi (in italiano, inglese o francese). Lì al secondo piano nelle bellissime sale si percepisce ancora quell'intima atmosfera "di casa", grazie anche agli arredi interamente originali. Appena sali la scala e ti trovi in questa antica abitazione, un luogo uscito da un'altra epoca, ti immergi in un altro mondo, ovattato e affascinante, lasciando fuori la frenesia della città. 
















Questa parte visitabile del palazzo è anche una cornice ideale per pranzi di gala, romantiche cene tête-à-tête a lume di candela, ricevimenti ed esclusivi incontri di lavoro. Su richiesta anche accompagnati con della musica classica, jazz o "da camera" dal vivo. Lo chef a disposizione elaborerà un menu personalizzato a seconda delle esigenze degli ospiti e includerà un'accurata selezione dei pregiatissimi vini di casa dei Marchesi Patrizi Montoro e dei Marchesi de' Frescobaldi. Infine grande la scelta di tovagliati, servizi e centritavola floreali creati in linea con l'atmosfera desiderata. La ciliegina sulla torta: per chi volesse si può organizzare anche la visita privata nella chiesa davanti fuori orario, per ammirare Caravaggio ed altri capolavori al suo interno senza turisti, in silenzio e tranquillità. Insomma tutto questo può diventare un vero ed unico experience da ricordare per sempre!






E alla fine della visita c'è una sorpresa: la collezione di bijoux e oggetti per la casa Assonance Design, il brand creato e gestito da Elisabetta de Ritis Patrizi, la moglie del Marchese, con una lunga espienza da grafico e designer che nel 2015 lei ha deciso di investire nel suo progetto personale. L'ispirazione l'ha trovata all'interno del Palazzo come ad esempio un preziosissimo servizio di porcellana della Manifattura Reale di Sassonia Meissen di 198 pezzi decorati con uccelli, gli stessi che sono stati il tema per una serie di bijou.



Oppure la decorazione delle pareti della sala da pranzo con i fiori di anemoni dai petali d'oro con i fiori d'acanto in tono azzurro su sfondo color dell'aria, anche essi usati come l'ispirazione per le collane, spille, braccialetti, orecchini. Così è nata la linea PAT (Patrizi's Atmospheres).


Ma Elisabetta non crea solo gli oggetti, lei racconta delle storie che si possono indossare e portare con se - la linea Storie da indossare appunto. L'idea può partire da qualsiasi cosa: delle iniziali, la natura, le spille in stile Tussie Mussie.



Assonance Design non è solo bijoux, ma anche oggetti per la casa come lampade, vasi, fermalibri, sottobicchieri e sottopiatti, tutto prodotto in Italia, con un impronta personalissima, vintage ma anche ultra-moderna, brillante e un po' ironica, romantica e allo stesso tempo geometrica. Un'attenzione particolare anche ai materiali utilizzati: la carta, il metacrilato, il cartonlegno, le perline, i nastri gros grain, le nappine, i pon pon, il fil di ferro, la rete del pollaio, il ferro battuto.


Assonance Design è come assonanze visive, sensoriali, emotive, nostalgiche. Un bellissimo souvenir per ricordare la visita in questo magico palazzo.

Si possono fare anche ordinazioni online, le spedizioni sono effettuate in tutto il mondo.


Fotografie - Antonio De Paolis

Palazzo Patrizi
Piazza San Luigi dei Francesi, 37
mob 347 9343072

pagina Facebook

0 commenti::

Posta un commento