giovedì 28 settembre 2017

La festa per i 200 anni della Casina Valadier

Questo settembre a Roma tra gli eventi più importanti dopo la pausa estiva è stata la celebrazione del bicentenario dell'edificio della Casina Valadier, lo storico ristorante situato a Villa Borghese ad un passo dal Pincio. Un anniversario notevole festeggiato il 20 settembre, agli sgoccioli dell'estate, in grande stile nelle migliori tradizioni del beau monde romano. 




È stato un party esclusivo impreziosito da ottimi vini e finger food studiato dallo chef Massimo D'Innocenti, che ha visto la partecipazione di circa 600 ospiti selezionati, tra cui anche Renato Balestra e Tony Renis, Anna Pettinelli e Carlo Rossella. Un'atmosfera magica creata grazie alla musica e a personaggi in costume, alle candele e al giardino curatissiamo, che permetteva di viaggiare nel tempo: a momenti sembrava di trovarsi ad inizio Ottocento, quando nasceva la Casina, a momenti negli anni 30 del secolo scorso, piuttosto che ai giorni nostri. Tutto in perfetta simbiosi. 








La storia della Casina Valadier iniziò quando Napoleone Bonaparte commissionò al celebre architetto ed urbanista romano Giuseppe Valadier la realizzazione del primo parco pubblico di Roma, con la terrazza panoramica del Pincio affacciata su Piazza del Popolo, e la costruzione di un edificio che potesse avere una delle più belle viste di Roma. La Casina Valadier fu progettata e costruita tra il 1816 e il 1837, in stile neoclassico, con un'elegante esedra con colonne.



La Casina fu pensata per ospitare un luogo simile ai bistrot francesi divenendo nel tempo un locale tra i più frequentati a Roma da esponenti del mondo della cultura, dell'arte e della politica, sopratutto nei primi anni del XX secolo che hanno segnato il massimo splendore per la Casina. Nei suoi 200 anni questo posto ha visto tanto, la popolarità e l'oblio, le guerre e le feste sfarzose, ricostruzioni e restauri. Oggi la Casina è ritornata al suo vecchio splendore e ad essere un importante luogo sia per i romani che per gli ospiti della Città Eterna. 

Il momento clou della serata è stato un video mapping proiettato direttamente sull'edificio, che ha ripercorso con suoni, luce ed immagini la storia dell'Italia, di Roma e della Casina stessa. Il tutto con la sincronizzazione di un corpo di ballo, musica live e raggi laser.







E poi è arrivato il momento più emozionante, quando per la prima volta è stata accesa la nuova spettacolare illuminazione scenografica e architetturale, studiata e realizzata da IGuzzini in collaborazione con l'architetto Pasquale Piroso, con l'uso delle nuovissime ed ecosostenibili tecnologie e LED. La nuova illuminazione valorizza ancora di più la bellezza ed eleganza dello storico edificio e dei suoi dettagli architettonici. Il miglior regalo per un compleanno così importante!




"Celebrare oggi la storia di questo magnifico edificio mi riempie di gioia, - ha dichiarato il Presidente Eduardo Montefusco. - Auguro altri 200 anni di grande splendore e glamour alla nostra Casina Valadier, patrimonio di Roma e d'Italia."


Fotografie - Antonio De Paolis

piazza Bucarest - Villa Borghese
tel 06 69922090
Pagina Facebook

0 commenti::

Posta un commento