mercoledì 14 giugno 2017

La stagione 2017 del Silvano Toti Globe Theatre

Da fine giugno, di preciso dal 22, parte la nuova 14ma stagione del Silvano Toti Globe Theatre, ormai una tradizione dell'estate romana. Una bella tradizione visto che permette di andare al teatro anche d'estate, non esattamente la stagione tipicamente teatrale. Sono 4 mesi pieni di spettacoli, che avranno luogo tutti i giorni.




Il Silvano Toti Globe Theatre, unico teatro elisabettiano d'Italia, immerso nel verde di Villa Borghese, è nato nel 2003 come progetto d'eccellenza e rimane il fiore all'occhiello della vita culturale della capitale. L'anno scorso ha registrato la presenza di 65 mila spettatori. Una cifra notevole che parla da sola. Quest'anno si spera di ripetere quel successo, anche perché saranno presentate delle produzioni importantissime, di altissima qualità.


Gigi Proietti, grande attore e regista italiano, nonché uno degli ideatori del Globe Theatre a Roma, torna sul palco in veste di attore con il suo Edmund Kean acclamato da pubblico e critica nella scorsa stagione.


In programma anche nuovi allestimenti: Enrico V di e con Daniele Pecci e Macbeth di Daniele Salvo. E anche grandi successi delle scorse stagioni, da Sogno di una notte di mezza estate di Riccardo Cavallo a Il Mercante di Venezia di Loredana Scaramella fino a Troppu Trafficu ppi nenti di Giuseppe Dipasquale con l'adattamento di Andrea Camilleri. 

Inoltre si conferma anche quest'anno l'ormai consolidata tradizione di ospitare uno spettacolo in lingua originale con Much ado about nothing coprodotto con The Bedouin Shakespeare Company. Tornano anche i Sonetti d'amore. Infine il programma si arricchisce di due progetti speciali: Playing Shakespeare che condurrà gli spettatori alla scoperta delle storie nascoste nella magica O di legno del Globe e il viaggio tra musiche e parole nel teatro elisabettiano ne Il canto di Shakespeare.


Durante la conferenza stampa i registi hanno presentato i loro progetti personalmente. Per trasmettere lo spirito ecco le parole di Loredana Scaramella: "Shakespeare racconta delle passioni che ci riguardano tutti, questo è il suo segreto. Aveva la mente androgina, sapeva raccontare sia uomini che donne; ha parlato d'amore in modo completo."

Una novità importante di quest'anno è l'introduzione dell'abbonamento che permetterà di vedere 5 spettacoli su 7 e garantirà il posto. Gli abbonamenti saranno in vendita online dal 7 giugno.

Per concludere le parole di Luca Bergamo, vicesindaco di Roma e l'assessore alla cultura: "Shakespeare è l'inno al teatro. Renderlo accessibile alle persone dà un valore al Silvano Toti Globe Theatre."


Fotografie per gentile concessione dell'ufficio stampa Zètema Progetto Cultura

Silvano Toti Globe Theatre
Largo Aqua Felix (piazza di Siena) - Villa Borghese
22 giugno - 15 ottobre 2017

Tutta la programmazione, date, info, costi sul sito:
pagina Facebook

0 commenti::

Posta un commento