lunedì 6 marzo 2017

Cena da La Maisonnette Ristrot

Qualche giorno fa sono stata invitata in un ristorante dove volevo venire da tempo - La Maisonnette Ristrot in Garbatella. Era da un po' che avevo notato questo posto: un vecchio casale rosso a fianco della stazione metro Garbatella, con un vasto cortile con tavolini che fa da contrasto all'ultramoderno ponte viadotto Settimia Spizzichino sospeso proprio sopra. 




Il quartiere della Garbatella ha un posto particolare sulla mappa di Roma. Uno dei più antichi ed originali, negli anni 20 dello scorso secolo è stato trasformato nel quartiere per la gente trasferitasi dalla zona Spina di Borgo a causa dei lavori di costruzione di via della Conciliazione. Così Garbatella è diventato un quartiere popolare. Ha un suo stile architettonico riconoscibile e merita una visita e una passeggiata per le sue strade. È una città nella città, come nel caso di altri famosi quartieri romani - Monti, Trastevere, Testaccio. Garbatella piace ai registi e ai creativi. Qui sono stati girati parecchi film. Ultimamente il suo stile un po' boheme un po' alternativo ha conquistato la popolarità. Insomma, oggi è un quartiere alla moda.

Ed è proprio qui che nel 2014 è stato aperto La Maisonnette sull'idea di Alessandro e Susanna Sipione, fratello e sorella, giovani, positivi, socievoli, simpatici. Alessandro si occupa di public relations, genera le idee, comunica. Susanna è la chef, crea in cucina. Si completano perfettamente.

Susanna e Alessandro Sipione
Nel loro ristorante-bistrot, Ristrot come lo chiamano loro appunto, viene proposta una cucina d'autore, creativa, che rielabora le esperienze e la passione di Susanna per la cucina orientale. Non a caso lei spesso gioca con il dolce e salato nei suoi piatti, usa i petali di fiori.

Durante la cena abbiamo ordinato diversi piatti, per avere un'idea più completa dell'offerta gastronomica, del menu de La Maisonnette. Come antipasto abbiamo ordinato Ceviche di pescato, coriandolo, kiwi e limone; Terrina d'anatra, zibibbo, cachi, misticanza e mandarino; Tartare di capriolo, pecorino di Filiano, porcini & porcini; Scotch egg, comtè, alici, barbabietola; Selezione di formaggi.




Tra i primi abbiamo scelto Mezze maniche, bollito di punta di petto di vitella, cren e Cacio e pepe, mosto di fichi, goji, peperoncino di Cayenna.



Per i secondi abbiamo optato per Polpo rosticciato, ananas, salsa ponzu, anacardi e bietolina e Coscia d'anatra confit, tamarindo, mandarino.



Infine per il dessert ci hanno servito Babà, dedica a mia madre; Cioccolato, castagne di Ratafia e Il TiramiSus caffè, mascarpone, crumble al caffè.



Tutto accompagnato dal vino, bianco Occhipinti SP68 Terre Siciliane e rosso Château Feuillet Valle d'Aosta Torrette.



Susanna non ha paura di sperimentare con gli ingredienti, le loro combinazioni, i dosaggi. Partendo spesso dalle ricette classiche ed interpretandole al proprio modo. Così nascono piatti originalissimi, con carattere e stile. Belli da vedere e buoni da mangiare. 

Ovviamente non potevano sfuggirmi design e dettagli d'interno che rispecchiano il carattere rustico del casale ed il suo passato, le storie personali e lo stile dei suoi proprietari. Come ha raccontato Alessandro, i mobili e gli oggetti li hanno raccolti pezzo dopo pezzo, nei mercatini di vintage e d'antiquariato, a Porta Portese di domenica. Come risultato è nato qualcosa di molto eclettico, accogliente, unico. Non sembra nemmeno di trovarsi a Roma, a un passo dall'Ostiense, con i suoi locali, street art e vita notturna. 





Tutto lo spazio è diviso in diverse zone. C'è la sala ristorante, il cocktail bar, la veranda, il cortile con il giardino che si può apprezzare particolarmente d'estate. Insomma, è un posto adatto a qualsiasi situazione, dalla cena romantica per due fino al festeggiamento di qualche evento in una compagnia di amici, dal pranzo di matrimonio fino alla comunione e compleanno. C'è tanto spazio anche per i bambini.



D'estate La Maisonnette organizza numerose iniziative, dai concerti jazz fino alle proiezioni dei film e persino delle performance teatrali. Insomma, La Maisonnette è molto di più di un semplice ristorante e bistrot. È come la casa di amici dove vuoi tornare ancora e ancora.


Fotografie - Antonio De Paolis


La Maisonnette Ristrot
via Giacinto Pullino, 103
tel 06 83765543
aperto tutti i giorni dalle 11.00 alle 02.00
pagina Facebook

0 commenti::

Posta un commento