lunedì 14 marzo 2016

Il nuovo film "Sebastian0" di Fabrizio Ferraro

In occasione dell'uscita nelle sale dal 15 marzo è stato presentato al museo Macro di Roma in via Nizza il film "Sebastian0" di Fabrizio Ferraro prodotto da Boudu-Passepartout.

Non voglio provare di raccontare questo film. Perché come qualsiasi opera d'arte va visto. Il film prende spunto dall'opera pittorica "San Sebastiano" di Andrea Mantegna e dalle vicende del martire cristiano Sebastiano. Come ha raccontato il regista stesso l'idea era nata durante una visita al Louvre dove aveva visto questo quadro. Fu allora che gli venne voglia di riportare Sebastiano da quella densità, da quel tipo di raffigurazione. Il desiderio di far vedere cosa c'era prima e dopo. Partendo dall'opera ma andando oltre. Con l'idea di cambiare il gioco delle parti. Così si capovolgono i ruoli, non si capisce più chi è buono e chi è cattivo, chi è la vittima e chi è il carnefice. Perché le catene sono pesanti per tutti.




È un film d'autore, pura arte visiva, un quadro, una fotografia in movimento. Ci sono poche parole ma tanto cammino. E in questo camminare continuo che si nasconde la ricerca. Le cose sono circolari, il giro può continuare all'infinito. Ecco perchè lo "0" finale nel titolo del film, per non mettere un punto.

Bravissimi gli attori: Marco Teti (Sebastiano), Adriano Fabbi e Alessandro Carlini nel ruolo dei soldati romani (in realtà non sono attori professionisti), Marta Reggio e John Harding come turisti. E poi c'è tanta Roma e tanta natura, anche esse protagoniste. Le riprese sono state fatte a Roma al Foro Romano, al Palatino e al Gianicolo, e fuori ad Anguillara e Barbarano. 








Infine, la scelta del Macro per la presentazione non è per niente casuale: oltre che al cinema "Sebastian0" verrà presentato in anteprima internazionale in alcuni tra i più importanti musei e centri d'arte contemporanea europei, tra i quali il museo ZKM di Karlsruhe e il Centre Pompidou di Parigi. Una formula interessante e dinamica che permette di incontrare più cose insieme e di immergersi ancor di più nell'arte. 

Martedì 15 marzo la proiezione al cinema Savoy (Via Bergamo, 17/25) alle ore 20.00, saranno presenti il regista e gli attori protagonisti. Il costo del biglietto è di 5 euro. Per informazioni: boudu@boudu.it – 3283410104


Fotografie - ufficio stampa Boudu

Pagina Facebook

0 commenti::

Posta un commento