venerdì 15 gennaio 2016

Gran Ballo Russo, un grande spettacolo!

Sabato scorso sono stata al Gran Ballo Russo di cui già parlavo nel mio blog. Avevo sentito e letto tanto di questo evento che non vedevo l'ora di visitarlo personalmente! Avevo preparato l'abito da sera (dress code - l'abito lungo) e sfogliato "Un ballo in maschera" di Mikhail Lermontov che doveva essere il leitmotiv della serata.

Vi anticipo subito che l'evento ha superato tutte le mie aspettative. È stato quasi esattamente come me lo immaginavo. Avevo la sensazione di essere stata trasportata magicamente nel XIX secolo! Il lussuoso hotel St. Regis Rome con gli antichi interni che sembravano fatti appositamente per l'evento, tantissimi ospiti che riempivano l'enorme sala Ritz, bellissimi abiti, alcuni davvero preziosi, le acconciature e il trucco stile '800, musica incantevole dal vivo, le coppie che giravano nel waltzer, tutto faceva credere realmente di essere nell'epoca di Lermontov!


Addirittura mi sentivo un po' imbarazzata nel mio abito moderno tra tutte quelle crinoline e divise militari della Russia dello zar. L'unica cosa che faceva capire che eravamo comunque nel XXI secolo era la presenza dei fotografi ed i cellulari nelle mani dei presenti.





Il ballo non significa solo le danze. Sono anche cocktail tosti con la vodka e assaggini con il caviale, le rappresentazioni teatrali, la scelta dei migliori costumi, la presenza di ospiti illustri tra cui Al Bano e Nikolaj Burlyaev, attore russo e grande conoscitore dell'arte di Lermontov.




Prima della messa in scena di un pezzo da "Un ballo in maschera" Burlyaev ha detto alcune parole sottolinenando l'importanza di un tale evento per la promozione della cultura russa.





E poi ha aggiunto che i partecipanti e gli ospiti della serata sono stati davvero bravissimi perché sono riusciti a creare un'atmosfera speciale con i loro costumi, il comportamento, i balli. "Sergej Bondarchuk sarebbe stato invidioso di una interpretazione così! Lui per il suo film "Guerra e pace" del 1967 (per il quale ha vinto Oscar - nota d'autore) cercava appositamente la gente e le faceva provare e riprovare le scene del ballo!".
La serata davvero sembrava un gran spettacolo in cui tutti i presenti erano attori con i propri ruoli. Da sottolineare che organizzare un evento così è un compito difficilissimo, perciò vengono da se i complimenti e le parole di ringraziamento agli organizzatori della serata, Compagnia Nazionale di Danza Storica diretta da Nino Graziano Luca e Eventi Rome di Yulia Bazarova.






0 commenti::

Posta un commento