giovedì 2 luglio 2015

Intervista con Eduardo Silvera

Sul mio blog ho già parlato della mia passione per il mondo dei profumi. A Roma non mancano gli indirizzi interessanti che presentano il meglio del meglio. Uno di questi è Silvera Profumi D’Autore, la bellissima boutique multimarca aperta da poco e gestita da Eduardo Silvera. Ci siamo conosciuti durante la presentazione di una nuova linea da loro e poco dopo Eduardo ha gentilmente risposto alle mie domande.

Eduardo, perché ha scelto il mondo della profumeria?
Ho lavorato da sempre nella profumeria artistica, ho iniziato curando dei corner all’interno dei concept store qua a Roma e da lì è partita tutta la passione che si è concretizzata nell’apertura della boutique nel dicembre 2013, un anno e mezzo fa. Mi è sempre piaciuta la parte del merchandising, del visual, la cura del packaging, insomma tutti quegli aspetti che creano il mood e l’immagine del prodotto. Ora mi occupo di tutto questo nella mia boutique.

Il nostro spazio somiglia di più ad un salotto di casa. Non c’è un bancone, qualcosa che crea una barriera e definisce dei ruoli del venditore e del compratore. Ognuno è libero di entrare e di curiosare, provare, chiedere.


Chi ha lavorato sul design della boutique?
Negli anni 70-80 qui c’era la gioielleria Cazzaniga, molto rinomata. Poi questo stabile è stato chiuso per diversi anni. Quando l’ho visto per la prima volta, è nata subito la mia ispirazione, ho pensato che è perfetto per una boutique di profumi. Perché il profumo è un gioiello, secondo me. Così è stato scelto il posto.

Ha un’arredo molto decò. I mobili sono fatti tutti su misura, il lampadario in ferro battuto invece è antico, l’ho trovato da un antiquario. Praticamente al design l’abbiamo pensato noi due, io ed il mio socio, Massimiliano Impeduglia. Lui si incarica della parte amministrativa, i numeri dei quali io non voglio sapere (ride – nota d’autore). Io invece mi occupo della parte artistica. Però giustamente scegliamo le cose insieme perché ci fa piacere di condividere, così è più divertente.


Che cosa distingue questa boutique dagli altri negozi di profumi?
Silvera si distingue per la sua proposta. Non seguiamo le mode, presentiamo nomi nuovi, quasi sconosciuti e fuori dal mercato comune, prendiamo dei brand molto di nicchia che non sono interessati ai grandi numeri e alla grossa diffusione, non vogliono essere presenti ovunque. Per noi è importante che il brand proponga un ottimo prodotto, originale e di qualità. Noi da parte nostra curiamo il suo lancio, la presentazione, il merchandising, lo rendiamo appetibile al nostro pubblico. Ci piacciono le sfide ed è l’unico modo per essere diverso nel panorama della città.

Quali sono i brand e prodotti presenti da voi?
Trattiamo diverse maison, sopratutto le eccellenze italiane, ma anche francesi, spagnole, portoghesi, australiane.

Siamo rappresentanti esclusivi del brand i Profumi del Marmo in Italia, che è stato anche all’EXPO per quanto riguarda l’artigianato e l’elaborazione della pietra.
Paul Emilien, un brand francese, la nostra partnership è stata la prima esclusiva per l’Italia e lo è ancora tutt'oggi.
Santi Burgas, siamo esclusivisti anche di questo brand spagnolo di Barcellona per il centro-sud d’Italia.



Laboratorio Olfattivo, siamo l’unico corner-shop al livello nazionale dove sono presenti tutte le linee del brand.



Peccato Originale, un brand dell'Emilia Romagna, creato da una famiglia di farmacisti.
Officina delle essenze, un brand romano.




Map of the Heart australiano, è stata una vera scoperta. I fondatori sono una copia, lei è una scrittrice, Sarah Blair, lui è un filmmaker, Jeffrey Darling. Il naso è un francese, Jacques Huclier. Ed il designer delle bottigliette è Pierre Dinand.



The Vagabond Prince Perfumes, una linea ispirata ai paesi dell’Est Europa. Anche questo brand è creato da una copia, lui è del Montenegro e lei è di Russia. Lei dipinge e dipinge anche le bottigliette dei loro profumi, molto deliziosi.



Per quanto riguarda la cura della barba abbiamo tre brand: Antica Barbieria Colla, un brand storico italiano, Avere la Barba, un altro brand italiano, e Antiga Barbearia de Bairro, un brand portoghese.




Abbiamo un brand di candele profumate, Inspiritu, uno dei suoi co-fondatori è l’attore Luca Calvani.


Ci sono anche dei profumi per l’ambiente, di Paul Emilien e di Laboratorio Olfattivo.


Come selezionate i brand?
Visitiamo delle fiere, sopratutto Esxence a Milano e Pitti Fragranze a Firenze. Ma più che altro le nostre selezioni avvengono nei viaggi, durante le vacanze. Sono sempre in cerca, guardo quello che c’è, prendo nota, mi ispiro.

Secondo Lei, esistono i profumi solo da donna o solo da uomo?
Ci sono delle fragranze che magari possono essere considerati più femminili perché sono fioriti o talcati. Ma ci sono anche tante donne che amano le fragranze più forti, con ingredienti come il sandalo o patchuli, eucalipto o pepe, note speziate. Come ci sono anche uomini che vogliono fragranze più delicate. Quindi non c’è una distinzione, va molto a piacere. Infatti sulle scatole non troverai mai indicato se il profumo è da donna o da uomo.

Invece per quanto riguarda giorno-sera, c’è una distinzione?
No, secondo me no. Raramente ci sono persone che usano fragranze diverse per il giorno e per la sera. Usciamo di casa prestissimo e torniamo tardi, quindi è difficile che uno abbia tempo o voglia di pensare a cambiare la fragranza durante la giornata. Anche le maison si sono adeguate allo stile di vita moderno e creano profumi adatti a qualsiasi momento. Il profumo oggi deve essere qualcosa di completo.

Per quanto riguarda le stagioni invece dipende, ci sono delle miscele fatte appositamente per le stagioni calde, sono più fresche, più verdi.

Cosa mi consiglierebbe per questa estate?
Ad esempio, la fragranza di Paul Emilien, si chiama Carrousel, è molto fresca. Ha delle note di eucalipto, pepe nero, limone, pompelmo rosso, gelsomino, violetta e rosa turca.


Oppure Statuario dei Profumi del Marmo, con il legno di cedro, pesca bianca e arancio e un sottofondo di caramello e vaniglia.


Quali sono gli ultimi trend più in voga in fatto di profumi?
Adesso tutto ciò che proviene dal Medio Oriente o ispirato a quel mondo va di moda. Vanno molto bene anche le fragranze con le classiche note italiane. Uno straniero che viene in Italia spesso vuole comprare qualcosa che gli ricordi l’Italia, a livello olfattivo, non un semplice souvenir. Così piacciono molto le note di limone, di magnolia romana, di bergamotto, di iris fiorentino.

Ci siamo conosciuti durante la presentazione dei Profumi del Marmo nella vostra boutique. I vostri prossimi progetti e collaborazioni?
Fra pochi giorni, 8 luglio, ci sarà l’evento One day in Rome ispirato all’idea delle vacanze romane in chiave moderna. La testimonial d’eccezione sarà l’attrice Vittoria Schisano. L’evento sarà rivolto ai nostri clienti e al pubblico che avranno la possibilità di conoscere i creatori dei brand presenti nella boutique, alcuni dei nasi più noti e attivi sulla scena internazionale. Ci saranno anche delle sorprese, tra cui le presentazioni delle nuove fragranze.

Vorrei sottolineare anche la nostra collaborazione con la galleria Spazio Nuovo Contemporary Art, noi esponiamo le creazioni di alcuni loro artisti, ci piace essere contaminati dall’arte, perché così vengono coinvolti due sensi, olfatto e vista.

Pensate di aprire un negozio online?
Credo che il profumo dev’essere testato, uno deve venire qua per provarlo, per questo motivo per il momento non siamo interessati all’e-shop. Abbiamo un contatto stretto con i nostri clienti, anche quelli all’estero. Se vogliono uno dei nostri prodotti, ci scrivono o ci chiamano. Credo che sia un rapporto diverso dal semplice gesto di mettere online l’acquisto nel carrello. Poi magari nel futuro le cose cambieranno, mai dire mai.

La regola d'oro quando si compra un profumo?
Secondo me, il profumo deve essere un amore a prima vista. Quando iniziano i dubbi meglio provare qualcos’altro. Ed è ovviamente da provare sulla pelle. Tenendo conto che ci sono le fragranze che si sviluppano molto durante la giornata, altre rimangono più statiche.

Il Suo rapporto con Roma?
Sono colombiano, trasferito a Roma per studi, la danza classica, e ormai sono 14 anni che vivo qua. Mi piace molto Roma ed una volta sei qua è difficile lasciarla. Anche se qui rimani sempre un turista, anche quando ci vivi.

Qualche Suo indirizzo o posto preferito a Roma?
Sono un po' monotono, camino quasi sempre per le stesse strade, però a volte cerco di deviare nei vicoletti. Tutto ciò che è vicino a via dei Coronari, tutte le stradine vicino a piazza Navona mi piacciono molto. Anche piazza dell'Orologiovia del Governo Vecchio sono deliziosi e lì scopri anche dei negozi molto belli.

Fotografie per gentile concessione di Silvera Profumi D'Autore

Silvera Profumi D'Autore
Via di Ripetta, 122
pagina Facebook

0 commenti::

Posta un commento