mercoledì 25 marzo 2015

Mostre in corso a Roma

Come ormai di consueto vi propongo la mia selezione delle mostre in corso a Roma da non perdere.

L'età dell'Angoscia. Da Commodo a Diocleziano - Roma Musei Capitolini
La quarta mostra del ciclo "I giorni di Roma" dedicato a Roma. È una grande mostra di arte antica romana, il periodo di crisi dell'impero romano. Un percorso espositivo che propone il susseguirsi di immagini che testimoniano lo sgretolarsi dei valori civili, morali e politici, prodromo dell'ineluttabile crollo di imperi, civiltà e culture dominanti.




L'esposizione ai Musei Capitolini intende approfondire la conoscenza di un periodo storico di grandi cambiamenti che segnarono l'età compresa tra i regni di Commodo (180 - 192 d.C.) e Diocleziano (284 - 305 d.C.), che gli storici del tempo definirono "il passaggio da un impero d'oro ad uno di ferro arrugginito". Regnava il clima di ansia che derivava da alcuni problemi concreti e materiali: guerre civili, crisi finanziarie ed economiche, carestie, epidemie e la perenne pressione dei barbari ai confini, le tasse, cambio di imperatori (50 imperatori in poco più di 100 anni) e delle religioni. Il collasso dei sistemi di riferimento sociali ed economici hanno avuto come effetto principale quello di compromettere la quotidianità della vita delle persone, che in modo progressivo e rapido, si trovano ad affrontare l'angoscia del reale. Ricorda troppo la situazione attuale ed è proprio per questo motivo molto interessante.
Sono presente 239 opere prestati dai vari musei, incluso Louvre, il Metropolitan Museum of Art di New York, il Museo Archeologico Nazionale e il Museo dell'Acropoli di Atene.












Fino al 4 ottobre 2015
Piazza del Campidoglio

Avedon: Beyond Beauty - Gagosian Gallery
Una retrospettiva che include la maggior parte delle fotografie di moda e molti degli iconici ritratti femminili realizzati da Richard Avedon durante la sua lunga carriera. Come fotografo di moda dalla metà degli anni '40, Avedon si è distinto con un immaginario così peculiare e innovativo da sfidare i canoni della bellezza convenzionale.
Nell'arco di sessant'anni, l'artista ha immortalato con originalità, umorismo ed intuizione sia donne famose che sconosciute, celebrità e modelle ma anche parenti ed amici. Considerava pose, atteggiamenti, capi d'abbigliamento e accessori come caratteristiche vitali e rivelatrici di un'immagine. Ritraeva modelle in movimento provocandole perché apparissero curiose, ribelli, esuberanti e sicure di sé.
Questa mostra sottolinea la forza della rappresentazione, creativa e a volte scioccante, che Avedon faceva delle donne, dai ritratti intimi alle celebri fotografie di moda realizzate per Harper's Bazaar, Vogue, The New Yorker, etc.

Fino all'11 aprile 2015
Via Francesco Crispi, 16

Esposizione Universale Roma. Una città nuova dal fascismo agli anni '60 - Museo dell'Ara Pacis
In occasione dell’EXPO di Milano il Museo dell'Ara Pacis ospita questa mostra che ripercorre con oltre 100 opere la storia dell’EUR, nato come simbolo della monumentalità fascista e divenuto espressione del miracolo economico degli anni ’60. Grazie ad una ricca raccolta di immagini, disegni, fotografie, modelli, filmati e documentari provenienti da Archivio Centrale dello Stato, Casa dei Teatri, MAXXI Architettura, Archivio Storico Luce, Massimo & Sonia Cirulli Archive ed altri, il percorso espositivo racconta le vicende dell'EUR attraverso alcuni passaggi fondamentali che ne segnano la sua formazione e trasformazione.
Sono esposte alcune immagini e prospettive diverse sull'EUR di grandi fotografi contemporanei come Oscar Savio, Franco Fontana, Andrea Jemolo, Fabrizio Ferri e alcuni estratti di film girati all'EUR del dopoguerra (Roma città aperta, La dolce vita, Le tentazioni del dottor Antonio).




Fino al 14 giugno 2015
Lungotevere in Augusta

Infine due belle mostre di pittura:

Matisse. Arabesque - Scuderie del Quirinale
In esposizione oltre 90 opere di Matisse con alcuni capolavori assoluti - per la prima volta in Italia - dai maggiori musei del mondo: Tate, MET, MoMa, Puškin, Ermitage, Pompidou, solo per citarne alcuni.
La mostra vuole restituire un'idea delle suggestioni che l'Oriente ebbe nella pittura di Matisse: un Oriente che, con i suoi artifici, i suoi arabeschi, i suoi colori, suggerisce uno spazio più vasto, un vero spazio plastico e offre un nuovo respiro alle sue composizioni, liberandolo dalle costrizioni formali, dalla necessità della prospettiva e della "somiglianza" per aprire a uno spazio fatto di colori vibranti, a una nuova idea di arte decorativa fondata sull’idea di superficie pura.

Fino al 21 giugno 2015
Via XXIV Maggio, 16

Chagall. Love and Life - Chiostro del Bramante
Oltre 140 opere - tra dipinti, disegni e stampe - provenienti dall’Israel Museum di Gerusalemme raccontano il singolare legame tra il grande pittore e la moglie Bella Rosenfeld, fondamentale e costante fonte d’ispirazione, collegando la vita di Chagall direttamente ai suoi lavori.
L’esposizione ruota intorno alle esperienze personali dell’artista e ai temi centrali della sua poetica: la cultura ebraica, i cui simboli (la capra allegoria di speranza e fiducia, la capanna che ricorda la celebrazione della festa dopo l’Esodo, l’asino legato ai diversi momenti biblici, il suonatore di violino figura presente nelle maggiori feste religiose ebraiche) sono sempre presenti nei suoi quadri; l’influenza delle avanguardie francesi che egli seppe elaborare in maniera originale; la rappresentazione delle figure degli innamorati e dell’amata moglie.

Fino al 26 luglio 2015
Via Arco della Pace, 5

0 commenti::

Posta un commento