lunedì 2 marzo 2015

L'associazione benefica "Tulipano Rosso"

Sul mio blog non ho ancora mai affrontato il tema della beneficenza. Eppure ce ne sono tante di associazioni che si occupano di malati, anziani, animali, rifugiati, donne e bambini maltrattati, di senza tetto. Trovo prezioso che in questi tempi, così duri che costringono molti a "non vivere" ma a sopravvivere, senza sogni e speranze nel futuro, ecco trovo davvero prezioso che ci siano delle persone pronte ad aiutare il prossimo senza secondi fini ed interessi propri. Spinti solo dalla propria volontà e buon cuore. Queste persone suscitano in me rispetto e interesse.

Per questo motivo quando ho saputo dell'associazione di volontariato Tulipano Rosso creata da Alla Demina, Elena Garshina e Claudio de Cicco non potevo non raccontare di loro e della loro attività tra l'Italia e la Russia.




Mi raccontate della vostra attività: che cosa è Tulipano Rosso?
Tulipano Rosso è una Associazione di Volontariato internazionale con la sede principale a Roma che aiuta bambini in difficoltà e le loro famiglie. Operiamo come organizzazione no profit portando avanti progetti per fornire soprattutto sostegno economico e formativo a bambini in serie difficoltà per gravi malattie. Abbiamo tra i nostri soci persone di notevole spessore culturale e artistico di varie nazionalità, religioni e formazioni culturali, tutti uniti per un unico obbiettivo di cui siamo fermamente convinti. Oltre al supporto economico riteniamo che la cosa che possa dare un fondamentale aiuto al miglioramento della società sia la diffusione della cultura nei territori in cui operiamo direttamente o con il supporto a scuole e centri di formazione.

In che cosa consistono le vostre attività?
L'attività fondamentale dell'associazione è il supporto ai bambini che necessitano di assistenza medica. Il nostro supporto si attua sostenendo le strutture che li accolgono e pagando le spese delle cure, delle degenze e degli spostamenti.
Tutte le altre attività che svolgiamo sono opera di sensibilizzazione e di raccolta fondi, ma si tratta di attività strumentali.

Cercate dei volontari, degli sponsor, dei collaboratori?
Come tutte le iniziative il desiderio è sempre quello di fare meglio e di più, quindi sono sempre benvenuti soci sostenitori, soci volontari che prestino il loro tempo o le loro idee, possibili sponsor, benefattori o anche semplici simpatizzanti che possano far arrivare la nostra voce a più persone.

Gli ostacoli e le difficoltà che avete dovuto superare? O forse al contrario il sostegno e l'aiuto che avete ricevuto?

Sinceramente non abbiamo riscontrato grosse difficoltà per iniziare e non abbiamo neanche ostacoli insormontabili da superare, ma ci si scontra sempre con una diffidenza di base delle persone che non credono che si possa fare del bene senza ricevere nulla in cambio. La difficoltà principale è proprio far capire alle persone che fare del bene a chi è meno fortunato è la gioia più grande che può capitarci.

Se poi parliamo di burocrazia si apre un capitolo a parte, su cui potremmo spendere molto tempo. Fortunatamente abbiamo tra noi molte personalità che non provengono dall'Italia e ci aiutano ad aprire i nostri orizzonti, con un pò di pazienza e buona volontà si superano tutti gli ostacoli.

Come vi si può contattare?

Per contattarci i nostri riferimenti sono i più comuni quali telefono, e-mail, posta, profili social, tutto quello che rende veloci le comunicazioni nell'era della globalizzazione. Per praticità è meglio fissare un appuntamento prima di un incontro in quanto siamo molto spesso in giro, la nostra opera è totalmente volontaria e non abbiamo personale e tutte le risorse sono dedicate alla parte operativa. Per diventare membro basta contattare uno dei soci e scegliere quale tipo di supporto si vuole dare, dopo una piccola verifica dei requisiti si viene ammessi alla qualifica di socio nel rispetto dei principi ispiratori dell'associazione, che mi fa piacere ripeterlo e apartitica, aconfessionale e accoglie tutti senza distinzioni di sesso, razza o status sociale, il tutto nel rispetto delle regole della convivenza civile e delle leggi dello stato.

La nostra e-mail è redtulip.it@gmail.com e qui troverete maggiori informazioni. Questi sono i nostri profili social: Facebook, Twitter, Google+.


Se volete aiutarci potete diffondere queste pagine tra i vostri contatti.

Tulipano Rosso è un'associazione giovane, nata da pochissimo, ma già molto attiva, con tanti progetti e idee da realizzare sia in Italia che in Russia. Ad esempio, in questi giorni stanno lavorando ad un progetto internazionale che sarà aperto a bambini di tutto il mondo "Fai una domanda all'astronauta". Ogni paese che vuole partecipare sceglierà 5 domande tra tutte quelle inviate dai loro bambini. Le domande saranno raccolte in una busta e inviate nello spazio sulla stazione spaziale internazionale. Gli astronauti presenti sulla stazione risponderanno alle domande in diretta e in più parleranno dei problemi globali, visti dallo spazio. Lo scopo di questo progetto è di attirare l'attenzione sui problemi della terra di oggi, permettendo in questo modo alle future generazioni di evitare una catastrofe. Potrebbe essere un'occasione sia per adulti che per bambini per pensare oggi al domani. Questo progetto sarà sviluppato in collaborazione con l'Università dell'Amicizia tra i Popoli di Mosca, con la quale è già stato raggiunto un accordo. Inoltre gli studenti dell'Università si occuperanno dello sviluppo del sito Tulipano Rosso in varie lingue.

Alla Demina
Un'altra bella idea sono i master-class di Elena Garshina per i bambini malati che si trovano a MONIKI, l'Istituto di Ricerche Cliniche della Regione di Mosca. I master-class fanno parte del metodo art-therapy. Ad esempio, in questi giorni i bambini disegnano le cartoline per l'otto marzo per le loro mamme. Il tutto con la supervisione dei medici che così osservano, prendono nota e poi adattano i loro metodi di cura. Elena insegna nella scuola d'arte, ha una lunga esperienza di lavoro con i bambini, proprio per questo motivo è nata l'idea di fare questi master-class.




A Roma Alla e Claudio hanno incontrato i rappresentanti dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù per stabilire future collaborazioni, tra cui anche un aiuto per i bambini che arriveranno dall'Ucraina. Lo stesso tipo di accordo è stato raggiunto anche con altri ospedali pediatrici a Mosca, tra cui il Centro Pediatrico-Scientifico e il Centro Medico della Regione, che già si stanno prendendo cura dei bambini ucraini.

Infine Elena Garshina ed alcuni altri artisti, tra cui Maria Volkova, Arsen Agahaniants, Igor Komov, Alexander Verstov, hanno dato l'inizio al fondo culturale e artistico del Tulipano Rosso regalandone alcuni dei loro quadri. E Claudio a Roma organizza quasi tutte le settimane vari eventi e visite culturali, quasi tutte ad ingresso libero, che possono essere consultate sulla pagina Facebook dell'associazione.

Elena Garshina

0 commenti::

Posta un commento