lunedì 9 febbraio 2015

AltaRomAltaModa Gennaio 2015. Eventi

Per concludere il mio racconto sull'edizione appena passata di Altaroma voglio parlare di alcuni eventi collaterali svoltosi in quei giorni.



Evento-sfilata Santangelo Collezioni - Moi Je Suis

Una sfilata particolare che si è svolta sulla terrazza dell'Hotel Boscolo Exedra e che ha visto sfilare la collezione haute couture della Maison Santangelo Collezioni sotto la guida di Gianluca Santangelo accompagnata dagli sofisticati gioielli della Maison Giamore disegnati da Danilo Giannoni e la linea prêt-à-porter Moi Je Suis affidata al know-how stilistico e tecnico di Santangelo Collezioni. Tra gli abiti sartoriali spiccava l'abito realizzato per Jo Malone London, partner dell'evento, che ha arricchito la serata con piacevoli suggestioni olfattive. La sfilata è stata seguita da un elegante cocktail alla luce del tramonto romano.








I WISH IED Fashion Music Party
IED Roma anche questa volta ha preparato una bella e divertente sorpresa con I WISH IED Fashion Music Party liberamente ispirato al film e musical "Into The Woods".



Con questo evento IED ha ricreato le atmosfere fantastiche del musical e del film: una favola sospesa tra il sogno e la realtà, dove l’attrattiva degli abiti e dei fashion video realizzati dagli studenti del corso di Fashion Design si è mescolata alla vitalità della musica e dell’intrattenimento. La presentazione trasformatasi in un party prolungato nella notte è stato un vero successo, confermando così la creatività, fantasia e bravura dello degli studenti e di tutto lo staff dello IED Roma.







Fashion=Wigs + Clothes
Ancora un evento unico nel suo genere è stato organizzato da Trotta Parrucche e Coiffeur che ha ospitato i designer Alessandra Giannetti e Italo Marseglia nel suo nuovo salone di via Nazionale 249 per presentare le collezioni primavera-estate delle sue linee di parrucche, che oggi rinasce come accessorio glamour e contemporaneo in grado di valorizzare l'immagine femminile per sorprendere e sperimentare, associate ai capi dei due stilisti all'interno di una performance, a cura di Rossano Giuppa e Laura Talluri, sul gioco delle contrapposizioni tra abiti e parrucche, colori e strutture, in una integrazione di forme in equilibrio, in una combinazione originale di moda e di stile.




Diane Pernet e Federica Trotta

Facce da blogger
La mostra personale della fotografa Elena Datrino a cura di Tiziano M. Todi presentata nella Galleria Vittoria. È un progetto fotografico che ha permesso alla fotografa di navigare nell'universo dei bloggers ritraendo i 30 tra i più famosi d'Italia.




La mostra è aperta al pubblico fino al 15 Febbraio con ingresso libero.

Galleria Vittoria
Via Margutta, 103

White Light: sartorialità, arte e design Made in Italy
Presso il nuovo Spazio Herzel de Bach in via di Propaganda è stato presentato questo evento espositivo ideato e curato da Nunzia Garoffolo. Tutto gira in questo progetto intorno al color bianco che evoca essenzialità, misticismo, purezza, levità. In questo progetto si uniscono moda, arte, design e musica. È una suggestiva rassegna di moda, alta moda, demi-couture e prêt-à-porter, abiti, gioielli e accessori che parlano di eleganza, contemporaneità, esclusività e sartorialità, creati da celebri couturier, rinomati creativi e giovani promesse della moda italiana: Renato Balestra, Galitzine, Sarli, Aquilano Rimondi, Arthur Arbesser, Mila Schön, Fabio Salini, Move Roma, Herzel de Bach. Queste creazioni dialogano con l'arte contemporanea attraverso una selezione di opere che narrano le suggestioni legate al bianco.





Spazio Herzel de Bach
via di Propaganda, 2
via del Babuino, 123

Infine, per completare la proposta culturale si svolge in questi giorni la mostra "Bellissima. L'Italia dell'alta moda 1945-1968" inaugurata nel dicembre 2014 al Museo MAXXI. Sono presentate le immagini d'epoca e 80 abiti d'archivio delle grandi sartorie dell'alta moda italiana, da Valentino a Roberto Capucci, da Fendi a Fernanda Gattinoni, da Sorelle Fontana a Irene Galitzine, affiancati dagli accessori di Roberta di Camerino, Gucci, Salvatore Ferragamo e Bulgari. A sottolineare la complicità tra arte e moda di quegli anni ci sono le opere di Lucio Fontana, Alberto Burri, Paolo Scheggi, Massimo Campigli, Carla Accardi e Giuseppe Capogrossi.


Senza dubbio il passato della moda italiana, sopratutto il periodo del boom economico subito dopo la guerra, era e rimane una fonte inesauribile ed eredità dalla quale si può sempre attingere qualcosa di nuovo e con la quale esistono dei paralleli con ciò che vediamo oggi in passerella.






La mostra rimarrà aperta fino al 3 maggio 2015. 

In occasione di questa mostra una volta al mese sono organizzati degli incontri LE STORIE DELLA MODA, un programma di approfondimento con critici, studiosi, docenti, curatori per raccontare la moda italiana dai primi del '900 a oggi.

Prossimi appuntamenti:
- sabato 14 febbraio: Elda Danese. Gli anni Sessanta. La moda nella strada
- sabato 14 marzo: Luisa Valeriani. Gli anni Settanta (1968-1978): il bazar e il laboratorio
- sabato 11 aprile: Simona Segre Reinach. Gli anni Ottanta: i fondamenti del made in Italy
- sabato 9 maggio: Maria Luisa Frisa. In Between. La moda italiana contemporanea

Inizio alle 11.00, ingresso 4€ per il singolo incontro

0 commenti::

Posta un commento