martedì 27 gennaio 2015

Cinecittà, Fabbrica dei Sogni

C'è un posto a Roma assolutamente magico. Un posto dove i sogni e la realtà si confondono, un posto che ha regalato tante emozioni, che ha raccontato l'Italia ed è legato a questo paese più di qualsiasi altro luogo. Questo posto si chiama Cinecittà, gli studi cinematografici tra i più famosi in tutto il mondo, ormai diventato un brand riconosciuto dappertutto.



Dal momento della sua apertura nel 1937 Cinecittà ha assistito alla realizzazione di oltre 3000 film, 43 dei quali hanno vinto l'Oscar su 83 nominati. E se Hollywood è un'industria ben organizzata, Cinecittà è l'alto artigianato nelle migliori tradizioni del Made in Italy fatto non solo di registi, sceneggiatori, cameramen e attori, ma anche di sarti, macchinisti, armieri, calzolai, cuochi, operai, tutti quelli che lavorano dietro le quinte.

In questi giorni c'è un motivo in più per parlare di Cinecittà visto che è appena stato inaugurato il nuovo percorso espositivo permanente "Girando a Cinecittà 1937-1989" ospitato negli storici studi intitolati a Fellini e Blasetti oltre che nel centrale edificio direzionale. Lo spazio mostra è arricchito dagli ampi spazi aperti dei giardini d'ingresso che consentono ai visitatori di trascorrere serenamente mezza giornata tra visite e relax al caffè-ristorante. È una possibilità non solo di visitare la mostra, ma anche di vedere l'architettura degli studios e i grandi set monumentali permanenti quali Broadway-New York, Rome, Firenze del Quattrocento e Il Tempio di Gerusalemme.





Questo nuovo percorso racconta i 75 anni di storia del cinema e si affianca agli altri due già esistenti, "Perché Cinecittà 1936-1945", dedicato alle ragioni storiche della nascita degli studios,




e "Backstage - Un Percorso Didattico Per Cinecittà", dedicato alle fasi di realizzazione di un film, dalla regia alla sceneggiatura, il sonoro, il costume, la finzione, e infine alla storia di Cinecittà in numeri.





Ogni percorso della mostra è studiato in collaborazione con professionisti del settore (Alida Cappellini e Giovanni Licheri, autori delle scenografie e degli allestimenti, Italo Moscati per la sezione dei filmati e Nicoletta Ercole per la scelta dei costumi) e con un ricco approfondimento scientifico per garantire anche un contributo formativo. Il percorso "Girando a Cinecittà" si apre con una sala d'ingresso che presenta film storici e di propaganda girati a Cinecittà tra il 1937 e il 1943 e prosegue nel tunnel della guerra con delle macerie del quartiere romano di San Lorenzo bombardato dagli americani nel 1943.



Si prosegue con le sezioni dedicate alla Hollywood sul Tevere e al peplum, genere di film di ambientazione storica e mitologica. C'è la sala dedicata alla commedia all'italiana e al genere degli Spaghetti Western con la scenografia di un vecchio saloon.



Una delle sale è dedicata agli anni 70 e 80 e racconta delle produzioni dalla commedia sexy al poliziesco fino alle grandi produzioni internazionali. L'ultimo ambiente è interamente dedicato ad un grande maestro del cinema, Sergio Leone. Qui vengono proiettati estratti dei suoi capolavori. Inoltre la mostra presenta un'inedita selezione di costumi originali indossati da Liz Taylor, Richard Burton, Peter Ustinov, Clint Eastwood.



Tante citazioni e riferimenti ai registi del calibro di Mario Monicelli, Bernardo Bertolucci, Alessandro Blasetti, Dino Risi, Federico Fellini e attori come Totò, Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman, Anna Magnani, Monica Vitti, Audrey Hepburn, Sophia Loren, ed altri.



E' una mostra dinamica, piena di immagini e spezzoni di film, di ricostruzioni di alcune scene. Una esposizione multimediale che permette di interagire con gli oggetti esposti, di immergersi nel mondo del cinema, di sentirsi uno dei protagonisti delle pellicole più famose. Un percorso interessante per piccoli e grandi, per italiani e stranieri. Una scusa in più per visitare questo luogo magico, un'idea non scontata di cosa vedere a Roma oltre ai soliti Colosseo e Musei Vaticani.

Tra i film internazionali girati a Cinecittà ci sono Vacanze Romane (1953), La Dolce Vita (1959), Cleopatra (1963), L'ultimo imperatore (1987), Il Paziente inglese (1996), Gangs of New York (2002), Ocean's Twelve (2004), Angeli e Demoni (2009). Tra i prossimi progetti ci sono il remake dello storico Ben Hur con il regista Timur Bekmambetov e Jack Huston come protagonista, e Zoolander 2 diretto e interpretato da Ben Stiller.

Infine per chi ama il cinema e vuole approfondire ancora di più questo argomento consiglio due mostre in corso a Roma in questo momento: "I vestiti dei sogni" in Museo di Roma - Palazzo Braschi (piazza Navona 2 - piazza San Pantaleo 10, fino al 22 marzo 2015) e "Pais del Cinema. Gli anni d'oro del cinema italiano nel racconto per immagini di un grande fotografo" nel Museo di Roma in Trastevere (piazza S. Egidio 1B, fino all'8 marzo 2015).

Fotografie per la gentile concessione dell'ufficio stampa di Cinecittà Studios

0 commenti::

Posta un commento