lunedì 17 marzo 2014

Intervista con Giada Curti

La collezione Portofino primavera-estate 2014 di Giada Curti Haute Couture che ho visto ad AltaRomAltaModa a gennaio non può non evocare ricordi dell'estate. La sua gamma di colori, dalle tenere sfumature pastello alle tinte forti, il suo mood femminile e un pò retrò risvegliano la voglia dell'estate calda segnata dalla bellezza, chic, passione.


Ho subito voluto scoprire di più sulla designer di questa collezione, Giada Curti, visto per di più che uno dei suoi atelier si trova proprio nel cuore di Roma. Così è nata l'idea di questa intervista. Pochi giorni dopo la sfilata a Roma però Giada partiva per New York per presentare proprio questa collezione durante la New York Fashion Week. Quindi l'intervista è stata fatta al suo rientro dalla Grande Mela, con la prima domanda dedicata ovviamente a questo evento.

È appena tornata da New York dove ha partecipato nella NYFW. Com'è andata?
È stata un'esperienza straordinaria, calcare quella passerella rappresenta il sogno per ogni stilista!! La collezione ha riscosso un grandissimo successo tra il pubblico presente ma soprattutto tra i bayer! Mi piacciono i risultati immediati.

Quali sono Le Sue impressioni?
Il cuore mi batte ancora forte, mi auguro che sia solo l'inizio di una serie di traguardi come questo in America.

Mi racconti della Sua attività: quando e come è nata l'idea di diventare stilista?
È un sogno nato da bambina, coltivato grazie ad una splendida donna che era mia Nonna Eva è diventato realtà grazie a mio marito Antonio.

 

Quando ha aperto l'atelier a Roma?
Nel 2011 in occasione della presentazione della collezione di Haute Couture primavera-estate 2011 durante il calendario ufficiale di AltaromAltaModa.

La scelta di questa location in pieno centro, un caso o è stata voluta e cercata?
Un altro mio sogno, volevo respirare e vivere la vera Roma della Dolce Vita.

Che cosa definisce e distingue Giada Curti Haute Couture dagli altri brand?
I miei abiti vivono di riflesso la mia storia, rappresentano me stessa. La mia donna è inconfondibile, riconoscibile ed inimitabile.


Qualche parola sulle altre vostre linee (sposa, accessori)?  
La sposa è il nucleo del mio brand, tutto parte da lei, adoro creare e servire personalmente le mie spose, mi regalano una grande energia positiva! Le spose Giada Curti sono ormai in tutto il mondo e questo mi inorgoglisce molto!!

La collezione Portofino si è fatta notare anche per il lancio della nuova Gbag, una borsa nata dalla mia passione per l'artigianalità, il vero fatto a mano che contraddistingue il nostro caro Made in Italy, sono borse fatte a crochet che hanno spopolato in America.

Pensate di lanciare anche delle linee uomo e bambino?
Uomo lo escludo almeno per il momento. Bambina ci stiamo lavorando, ho un grande progetto. La mia musa ispiratrice è decisamente mia figlia Azzurra.

Dove si possono acquistare le Sue collezioni?
Nell'atelier a Roma e a Pontecorvo nel mio Atelier storico.

E all'estero?
Apriremo entro l'anno a Dubai e Doha, e sto chiudendo un contratto importante con un cliente prestigiosissimo a Mosca e Baku.

Avete o pensate di aprire uno shop on-line?
E’ in progetto.

Se voglio ordinare qualcosa su misura in atelier, come funziona?
Consiglio, sempre parlando di capi di alta moda, di provare i nostri abiti con me ed affiancate da un personale altamente qualificato!

Quanto tempo ci vuole per realizzare l'ordine su misura?
Dipende dall'abito, dai tessuti e dalla costruzione.

Come si crea una collezione? Da che cosa si parte, da un'idea, una storia, un'emozione? Quali sono le cose che La ispirano?
Le mie collezioni nascono spesso dalla mia quotidianità, dalle emozioni che mi circondano, dai tanti viaggi che faccio durante l'anno, non c'è mai una regola! Adoro l'arte in tutte le sue forme, da lei traggo tanta ispirazione.

Ha mai avuto qualche brand o stilista come punto di riferimento?
Adoro Valentino, lui è decisamente la storia e il punto di partenza del mio stile.

Un must-have della collezione Giada Curti Haute Couture PE 2014?
Le tute di pizzo colorate Portofino e la borsa Gbag.


Quali sono gli ultimi trend più in voga, secondo Lei?
Non esiste un trend che valga per tutti. Partendo da questo concetto credo che ognuno di noi possa essere il creatore del proprio trend e stile.

Che cosa rappresenta Roma per Lei?
Roma è il centro del mondo, è la storia, è il sogno per tutti, è la città eterna!!

Potrebbe vivere lontano da Roma?
Posso vivere senza di lei certamente, ma non posso non sognarla ed ispirarmi a lei.

Che cosa ama o forse non ama particolarmente di questa città?
Roma è sicuramente una città magica piena di storia e di cultura. La mia fonte di ispirazione spesso è l'arte e la "Citta Eterna" è un posto davvero magico dove ogni angolo è ricco di arte. Spesso mi trovo a passeggiare e il mio occhio è catturato da mille curiosità. 

Certamente non avvezza al caos cittadino non potrei mai vivere in una località non a misura d'uomo.

Qualche Suo posto preferito a Roma?
Sicuramente i musei sono la mia passione, non mi perdo mai le bellissime mostre di pittura al Vittoriano. Mi piace assistere ogni tanto a qualche spettacolo al Teatro dell'Opera. La musica e l'arte, ecco trovo che siano loro nutrimento per il mio animo.

Fotografie - Maria La Torre

GIADA CURTI Haute Couture
Rampa Mignanelli, 12 - Roma
тел +39 06 69797794





0 commenti::

Posta un commento