lunedì 9 dicembre 2013

Mostra "Manuale d’artigianato"


Avete presente l’effetto domino? Quando basta spingere un tasto e quello trascinerà tutti gli altri. Capita nella vita, ogni tanto. La mostra personale di Antonio De Paolis "Manuale d’artigianato" mi fa venire in mente proprio questo effetto. Sono sicura che quando lui presentava la sua mostra HANDMADE quest'anno ad aprile, non poteva certo immaginare che l’avrebbero seguita altre due mostre, unite dal tema del lavoro artigianale. Le mostre separate nel tempo e nate in sequenza, l'una dall'altra, che hanno coinvolto diversi artigiani ma anche un arco temporale che parte dagli anni '80.

Questa terza mostra "Manuale d'artigianato" chiude il ciclo, almeno quello espositivo, ma non esaurisce certamente l'argomento ne i progetti che il fotografo continua a sviluppare su questo argomento che trova interessante, sia dal lato culturale come memoria di alcuni lavori che rischiano di perdersi, o già perduti, sia da quello fotografico che permette molte interpretazioni.

Proprio nelle interpretazioni differiscono le tre mostre, la prima, HANDMADE, quasi da archivio con scatti in bianco-nero che vanno dagli anni '80 ad oggi, la seconda, Le Signore dell’Artigianato, rivolta al lavoro artigianale femminile che segue lo stile fotografico della prima. Infine questa terza, Manuale d’artigianato, dove le vere protagoniste sono le mani che rappresentano la manualità dell'artigiano, che ne esprimono attraverso il loro movimento l'estro artistico rendendone reali le idee.

Uno stacco forte con quanto esposto prima, foto a colori invece del bianco e nero, uniche protagoniste proprio loro, le mani, quasi a smentire quanto invece cercato e voluto con le precedenti foto già esposte dove anche il volto era protagonista. Questa volta il fotografo è andato oltre e ha deciso di trasmettere la concentrazione e la genialità di queste persone attraverso le loro mani.

Manuale d’artigianato
Vernissage 12 dicembre dalle 18.30 alle 21.00
Argentia – via Urbana, 32
La mostra rimarrà aperta fino al 5 gennaio 2014


0 commenti::

Posta un commento