mercoledì 15 maggio 2013

Le migliori gelaterie a Roma


La calda estate romana è ormai alle porte, abbiamo già avuto qualche giorno davvero afoso, quindi il tema del gelato per un post viene in mente da solo. D’estate il gelato spesso per me sostituisce il pranzo, semplicemente perché non riesco a mangiare nient’altro quando fa troppo caldo.

Come con il caffè, anche il gelato è un argomento molto serio, perché gli italiani in generale e i romani in particolare sono molto esigenti, tradizionalisti e poco propensi a cambiare le loro preferenze gastronomiche. Tutti hanno le loro gelaterie preferite. A proposito, gli italiani raramente mangiano il gelato al tavolino, di solito ordinano un cono o una coppetta e mangiano il gelato in piedi, anche camminando. Ci vogliono anni di allenamento per diventare bravi e mangiarlo senza sporcarsi (come per mangiare gli spaghetti), ve lo dico per esperienza personale. Lo stesso vale anche per l’abilità di combinare i gusti del gelato. I primi anni in Italia sentivo spesso dei commenti ironici di romani quando ordinavo limone e stracciatella. Ma come potevo spiegare che volevo assaggiare tutto e subito?! L’ultima nota: a Roma, a differenza da altre città, si da quasi per scontato che il gelato si mangia con la panna montata.

Io da sempre impazzivo per gelato. I miei genitori sono riusciti a convincermi a farmi togliere le adenoidi solo perché dopo l’operazione avrei potuto mangiare il gelato. In quel periodo mangiavo gelato tutto l’anno, a prescindere dalla stagione. Molto più tardi, quando mi sono trasferita in Italia, ho iniziato a mangiarlo solo d’estate. In compenso ho puntato tanto sulla qualità, perché ormai mangio praticamente solo  gelato artigianale, quasi mai preconfezionato.

Naturalmente, dopo tanti anni di vita a Roma, ho qualche gelateria preferita, ma devo ammettere che le cambio spesso. Quest’estate io scelgo queste gelaterie:    

Fatamorgana rione Monti (piazza degli Zingari, 5)
È stata una vera scoperta. Questa gelateria mi è stata consigliata da Andrea Moraes di Candle Store. Piccolissima, si trova in piazza degli Zingari, sopra via Urbana, con un bel panorama su un pezzo del rione Monti. Una piazzetta sempre soleggiata, con delle panchine e anche il nasone per lavare le mani in caso si sporcassero con il gelato, è un ottimo posto per vivere in stile dolce vita alla romana. Ma ovviamente la cosa principale sono i gusti buonissimi e molto originali del gelato di Fatamorgana, assaggiate  basilico, noci e miele, crema banana con croccantino di sesamo o il gusto Halva (sesamo e miele), favolosi!




RivaReno (via Magna Grecia, 25)
Questa gelateria si trova in una zona non proprio turistica, ma è facilmente raggiungibile con la metropolitana (stazione San Giovanni, linea A). Qui i miei gusti preferiti sono le loro specialità, ad esempio, San Luca (cioccolato bianco fuso e croccante riso soffiato), Ricotta e Fichi, Crema Fiorentina (panna, miele, uova, essenze di scorze di arancio e limone).


Grom (via della Maddalena, 30A)
Ho scoperto questo nome qualche anno fa a Milano ed è stato subito amore. Perché questo brand è garanzia della qualità tutto l’anno. Così, quando hanno aperto il loro primo negozio a Roma, un paio d’anni fa, ero strafelice. A parte le loro creme e sorbetti, adoro i loro frullati fatti con i gusti scelti dal cliente, e anche i gelati con il gusto del mese (questo maggio – Fiordilatte alla ricotta di pecora, con mandorle caramellate e semi di sesamo). Quando passo da Grom ho un mio piccolo rituale: compro da loro sempre paste di meliga di Battifollo, croccanti e buonissime con il caffè o il tè a casa. 



Infine, se voglio proprio mangiare il gelato come quando ero piccola, al tavolo, in una bella coppetta di cristallo, con la frutta, panna montata e wafer, allora vado da Ciampini in piazza San Lorenzo in Lucina oppure da La Caffettiera in piazza di Pietra, e mi sento subito come una bambina di cinque anni che i nonni portavano a prendere gelato d’estate in un cafè all’aperto.


Gelato Festival a Roma 21-23 giugno

0 commenti::

Posta un commento