lunedì 20 maggio 2013

Internazionali d'Italia a Roma


La settimana scorsa a Roma si sono svolti gli Internazionali d’Italia di tennis. Quando ero una ragazzina di quindici anni e con grande interesse seguivo Pit Sampras, Andre Agassi e Evgeny Kafelnikov (praticamente solo grazie ai giornali), sognavo di vivere a Roma solo per poter andare ogni anno a vedere le partite di questo torneo, importante dal punto di vista sportivo e storico. La vita è incredibile e qualche anno dopo mi sono davvero trasferita a Roma dove ho cominciato a visitare il torneo quasi tutti gli anni. Inizialmente cercavo di andare a vedere le semifinali e finali. Ma più tardi avevo capito che le giornate migliori sono a metà settimana, martedì o mercoledì, quando le partite dei tornei mascile e femminile si alternano sui campi diversi e c’è anche la possibilità di vedere gli allenamenti dei tennisti più quotati.

Però il torneo non è fatto solo di partite interessantissime e a volte lunghissime. È anche un evento molto glamour. Spesso sulle tribune si possono incontrare dei personaggi famosi o semplicemente gente elegante. Tutto sommato non è sorprendente, il tennis è sempre stato considerato uno sport d’elite, così essere visti al torneo a volte è una questione di prestigio, come essere invitati ad una party mondano.   

Di solito nei giorni degli Internazionali a Roma fa caldo. Per essere al 100% anche sotto il sole sulle tribune, ci sono delle cose fondamentali da ricordare:
1.     Crema solare da mettere sul viso e le spalle.
2.     Un paio di bottigliette d’acqua minerale a portata di mano.
3.     Gli occhiali da sole.
4.     Il copricapo (un cappellino, un panama, un foulard).
5.     Abbigliamento comodo e pratico (jeans bianchi, shorts eleganti)

Nel frattempo, l’ennesimo torneo è giunto alla fine. Quest’anno i vincitori sono stati Rafael Nadal che ha battuto Roger Federer in un finale senza storia (6:1, 6:3) e l'«eterna» Serena Williams che ha vinto contro la bielorussa Viktoria Azarenka (6:1, 6:3).


0 commenti::

Posta un commento