venerdì 25 gennaio 2013

Aperitivo e mostra da S.T. Foto Libreria Galleria


Se non sapete che cosa fare venerdì sera vi consiglio S.T. Foto Libreria Galleria. È difficile definire questo posto in una sola parola. Non è una semplice libreria o galleria o bar. È tutto insieme ed è proprio questo che lo distingue da gli altri posti. Ho preso nota di questo indirizzo subito, dalla prima volta che ci sono passata, nell’autunno scorso, per una serata di vernissage invitata da un amico fotografo. Mi è piaciuto subito questo posto: la sua atmosfera familiare che fa sentire come a casa di amici, il suo piccolo angolo-bar, la sua collezione di vecchi libri che parlano di storia, viaggi, architettura, le sue fotografie, quasi tutte in bianco-nero, sparse dappertutto, poggiati sulle mensole, appese ai muri, raccolte nelle scatole, sistemate in pile. Mi ricordo che quella sera di vernissage c’era troppa gente, così mi sono ripromessa di tornarci, magari in una serata più tranquilla. Tanto c’era anche la scusa: ogni venerdì sera qui organizzano gli aperitivi Bukowski’s nights.  

Così ci sono tornata un venerdì sera ed ho scoperto che anche questa idea è stata realizzata con grande stile. La luce soft, diffusa negli angoli della sala, le candele accese, la musica jazz in sottofondo. La gente che parla piano. Una scelta azzeccata di vini e stuzzichini. Insomma niente di troppo o di irritante. Esattamente quello che ci vuole. Un’atmosfera perfetta per una serata d’inverno quando vuoi scaldarti e rilassarti dopo una settimana intensa. Sorseggiando il vino rosso senti come piano-piano si smussano tutti i pensieri spigolosi e come pesanti riflessioni si trasformano in leggere nuvolette. Ti senti rilassato, calmo, in pace con te stesso.

Non a caso gli organizzatori di queste serata hanno scelto come epigrafe la frase di Charles Bukowski:

Quando sei felice bevi per festeggiare.
Quando sei triste bevi per dimenticare.
Quando non hai nulla per essere triste o essere felice, bevi per far accadere qualcosa...

L’ultima cosa. Da S.T. Foto Libreria Galleria quasi sempre c’è qualche mostra. Ad esempio, in questi giorni (fino al 16 febbraio) ci sono le fotografie e i vari documenti dagli archivi del famoso giornalista Erich Kusch “Da Roma al Polo Sud”, dedicati alla spedizione al Polo Sud nel 1961. 


0 commenti::

Posta un commento